L’abitazione collaborativa

L’abitazione collaborativa
Ivrea – via San Nazario

Tipologia: Residenziale – Studio di Fattibilità
Progetto: Flecchia S.r.l. – Ufficio Tecnico
Intervento: Nuova costruzione
Classe Energetica:
A

Per maggiori informazioni: info@flecchia.it


Il Progetto

Il progetto riguarda un edificio di 6 piani fuori terra, per un totale di 25 appartamenti, distinti in mono- e bi-locali, secondo 5 tipologie differenti. Ad ogni appartamento sono associati una cantina e un posto auto. Al piano terreno dell’edificio sono previsti locali per ospitare servizi comuni quali: sala polivalente con cucina, portineria, infermeria e lavanderia. Le aree esterne sono composte da ampi giardini e spazi per orti comuni. L’intero intervento è stato studiato in totale assenza di barriere architettoniche e seguendo i criteri di alta efficienza energetica. L’edificio è stato progettato con strutture portanti in cemento armato al piano terreno e legno (x-lam) per i piani superiori.

La Posizione

Ivrea – via San Nazario

L’area oggetto del presente “studio di fattibilità” è ubicate nella zona centrale di Ivrea, facilmente accessibile sia a piedi che in auto e in prossimità dei principali servizi pubblici, negozi di quartiere e area mercatale, zona pedonale, teatro Giacosa e auditorium del Liceo Musicale.

Vivere in prima classe

Certificazione energetica: che cosa vuol dire abitare in classe “A”? Scoprilo. 

Immagini del progetto

La casa sulla Roccia

La casa sulla Roccia
Ivrea – via Saudino

Progetto: aMDL Michele De Lucchi Architetto
Tipologia: Residenziale – Studio di Fattibilità
Intervento:
Nuova costruzione
Classe Energetica:
A

Per maggiori informazioni: info@flecchia.it


Il Progetto

E’ una villa completamente immersa nel verde della collina del Saudino. Grandi vetrate di affaccio su tutti i fronti la rendono permeabile alla vegetazione esterna; altrettante grandi vetrate nella zona giorno si sviluppano lungo un patio interno, il nucleo scale e la cucina. Aprendosi, la villa si lascia conquistare dalla natura circostante, che entra a far parte della costruzione stessa.

Dalla casa si accede al terrazzo coperto e da li al giardino; il vuoto interno del patio centrale porta luce diretta alla zona giorno, mentre le camere restano più protette e riparate.

L’abitazione appare appoggiata sulle rocce e si sviluppa tutta su un unico piano, a cui si accede dal nucleo scale. Al di sotto, al livello del giardino, può essere ricavata una zona ad uso esclusivo per eventuali ospiti, con accesso separato e assoluta indipendenza.

Michele De Lucchi

La posizione

Ivrea – via Saudino

La collina del Saudino è un’oasi di pace e tranquillità, completamente immersa nel verde, vicina al centro cittadino: è un luogo molto ambito per queste sue caratteristiche. Il progetto studiato ne accentua i tratti naturalistici e mimetizza le ville trasformandole in parte integrante della natura stessa.

 

Vivere in prima classe

Certificazione energetica: che cosa vuol dire abitare in classe “A”? Scoprilo. 

Lo studio

logo-amdl visualizza il sito >>

L’architetto Michele De Lucchi è stato tra i protagonisti di movimenti dell’architettura radicale come Cavart, Alchimia e Memphis. Ha disegnato lampade e arredi per le più importanti aziende italiane ed europee, realizzato progetti architettonici in Italia e nel mondo, esposto in Europa, Stati Uniti e in Giappone. Insignito della onorificenza di Ufficiale della Repubblica Italiana per meriti nel campo del design e dell’architettura, è Professore Ordinario presso la Facoltà di Design al Politecnico di Milano e Accademico presso l’Accademia Nazionale di San Luca a Roma. Recentemente ha sviluppato numerosi progetti per la città di Milano: i padiglioni per Expo 2015 (Padiglione Zero, Expo Center e Padiglione Intesa Sanpaolo), Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti, il museo della Pietà Rondanini nell’Ospedale Spagnolo del Castello Sforzesco, il restauro e l’allestimento museografico di Casa Manzoni.

Immagini del progetto

Le Balze

Le Balze: casa sulla Rupe e casa nella Valle
Ivrea – via Saudino

Tipologia: Residenziale – Studio di Fattibilità
Progetto: aMDL Michele De Lucchi Architetto
Intervento: Nuova costruzione
Classe Energetica:
A

Per maggiori informazioni: info@flecchia.it


Il progetto

“Lì sopra al Saudino in quella valletta e su quel colle sono già presenti tutti gli elementi necessari per fare un bel insediamento residenziale con belle case con bei terrazzi, bei giardini, con parcheggi, garage, belle esposizioni, aria, luce, sole. ….. La forma dei vecchi terrazzamenti realizzati per le coltivazioni ci sono serviti per definire i perimetri delle costruzioni e per mascherare i parcheggi e i garage. Le case hanno un’anima di legno rigorosamente ortogonale che ottimizza l’efficienza degli spazi interni… le murature curvilinee di pietra ammorbidiscono i fronti e le integrano nell’ambiente naturale. Tra le finestrature interne e i muri in pietra si aprono ampi terrazzi realmente abitabili come vani esterni al tempo stesso ariosi e protetti.”       

 Michele De Lucchi

La posizione

Ivrea – via Saudino

“… Al Saudino c’è una valle e un colle e abbiamo costruito una casa nella valle e una sul colle circondandole con i loro alberi e i loro prati; ci sono le balze e i muri di pietra e abbiamo costruito sulle balze utilizzando i muri di pietra. ….. Tutto l’ambiente vive per questa magica integrazione tra nuovo e vecchio tra alberi, prati e forme, volumi e materia ritrovati sul luogo e rinnovati all’uso dell’uomo contemporaneo.”

                                                                                                                                                                                                                                                                           Michele De Lucchi

 

 Vivere in prima classe

Certificazione energetica: che cosa vuol dire abitare in classe “A”? Scoprilo. 
 

Lo studio

logo-amdl visualizza il sito >>

L’architetto Michele De Lucchi è stato tra i protagonisti di movimenti dell’architettura radicale come Cavart, Alchimia e Memphis. Ha disegnato lampade e arredi per le più importanti aziende italiane ed europee, realizzato progetti architettonici in Italia e nel mondo, esposto in Europa, Stati Uniti e in Giappone. Insignito della onorificenza di Ufficiale della Repubblica Italiana per meriti nel campo del design e dell’architettura, è Professore Ordinario presso la Facoltà di Design al Politecnico di Milano e Accademico presso l’Accademia Nazionale di San Luca a Roma. Recentemente ha sviluppato numerosi progetti per la città di Milano: i padiglioni per Expo 2015 (Padiglione Zero, Expo Center e Padiglione Intesa Sanpaolo), Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti, il museo della Pietà Rondanini nell’Ospedale Spagnolo del Castello Sforzesco, il restauro e l’allestimento museografico di Casa Manzoni.

Video del progetto

Michele De Lucchi parla del progetto Le Balze – casa sulla Rupe e casa nella Valle

Immagini del progetto

Le case del Sole e della Pioggia

Le case del Sole e della Pioggia
Ivrea – via Saudino

Tipologia: Residenziale – Studio di Fattibilità
Progetto: aMDL Michele De Lucchi Architetto
Intervento: Nuova costruzione
Classe Energetica:
A

Per maggiori informazioni: info@flecchia.it


Il Progetto

“Quando ho visitato la prima volta quel prato nascosto di Ivrea e quel boschetto di quercioli con i grandi massi affioranti mi sono detto: o qui rispetto tutto questo o rovinerò tutto e un’altro prato diventerà città e un altro bosco parcheggio di automobili.”

Inizia così l’avventura con Michele De Lucchi, inizia così il progetto di cinque ville unifamiliari che affiorano spontaneamente dalla natura intatta di questo luogo ancora vergine, seppur così centrale e vicino al cuore cittadino. Sono case importanti, che riprendono i materiali naturali, presentano spazi interni comodi e un’integrazione totale con l’esterno. Sono case privilegiate, che godono di un luogo speciale, disegnate da una mano attenta a salvaguardare ogni piccola sfaccettatura del paesaggio, tanto che ognuna di esse prende il nome proprio da una sua specifica particolarità.

La posizione

Ivrea – via Saudino

La collina del Saudino è un’oasi di pace e tranquillità, completamente immersa nel verde, vicina al centro cittadino: è un luogo molto ambito per queste sue caratteristiche. Il progetto studiato ne accentua i tratti naturalistici e mimetizza le ville trasformandole in parte integrante della natura stessa.

 

Vivere in prima classe

Certificazione energetica: che cosa vuol dire abitare in classe “A”? Scoprilo. 
 

Lo studio

logo-amdl visualizza il sito >>

L’architetto Michele De Lucchi è stato tra i protagonisti di movimenti dell’architettura radicale come Cavart, Alchimia e Memphis. Ha disegnato lampade e arredi per le più importanti aziende italiane ed europee, realizzato progetti architettonici in Italia e nel mondo, esposto in Europa, Stati Uniti e in Giappone. Insignito della onorificenza di Ufficiale della Repubblica Italiana per meriti nel campo del design e dell’architettura, è Professore Ordinario presso la Facoltà di Design al Politecnico di Milano e Accademico presso l’Accademia Nazionale di San Luca a Roma. Recentemente ha sviluppato numerosi progetti per la città di Milano: i padiglioni per Expo 2015 (Padiglione Zero, Expo Center e Padiglione Intesa Sanpaolo), Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti, il museo della Pietà Rondanini nell’Ospedale Spagnolo del Castello Sforzesco, il restauro e l’allestimento museografico di Casa Manzoni.

Video del progetto

Michele De Lucchi – Il Sole e la Pioggia, Conferenza sul prato

Immagini del progetto